Monica, studentessa universitaria ci scrive :

“Nel Gennaio 2017 a bordo della nave MSC,dopo l’allegria di Capodanno,mi si é improvvisamente bloccata la carrozzina elettronica.
L’arresto é stato causato da un problema al motore,per cui la mia carrozzina non aveva possibilità di ripartire.Se nonché,una coppia di persone,Angelo e Antonella, direi due persone assolutamente speciali,si sono subito prestate per aiutarmi.Grazie al loro aiuto abbiamo trovato una soluzione per la mia carrozzina elettronica che é tornata “in forma” e io sono tornata a girare libera!”

 

Valentina, mamma di Alberto ci scrive:

“Sono Valentina una mamma di tre figli. Quando aspettavo il mio secondo bambino, immaginavo di vivere tutte le fantastiche emozioni che avevo già provato con la mia prima figlia. Alberto è un bimbo malato, nato tetraplegico e ho avuto tanta paura.Oggi ha sei anni e frequenta la Fondazione Don Gnocchi.E’ un bimbo molto difficile,spesso piange e non sempre viene capito.Ma basta un suo sorriso che cancella in un attimo il momento difficile. Il dolore di non riuscire a comunicare, il dolore di non riuscire a superare il problema in una realtà spesso difficile. Ed è per questo che credo fortemente nell’ Associazione I Colori dell’ Anima, perchè rappresentata da un gruppo di meravigliose persone e di grandi professionisti che contribuiranno a realizzare ciò che prima poteva essere solo un’idea, una speranza ma da oggi diventa realtà”.